La resinatura sotto vuoto per impregnazione di marmi, graniti e pietre

La tecnologia che vi presentiamo oggi è una tecnica di impregnazione del marmo pervenuta attraverso il vuoto d’aria: grazie al vuoto la resina penetra più a fondo nelle sottili fessure della pietra, garantendo così un migliore risanamento delle lastre e una migliore lucidatura.

Le fessure saturate di resina, inoltre, ostacolano le infiltrazioni di umidità provenienti dal piano di posa.

Il nostro cliente ha brevettato e realizzato gli impianti per la resinatura sottovuoto, con spargitura del materiale resina sulla superficie delle lastre  di granito (non ad immersione), ed ha messo a punto nel proprio centro ricerche le caratteristiche delle resine da impiegare, e i parametri del processo.

Apply, per questo processo e questo impianto, fornisce il gruppo per il vuoto che vedete nelle foto che seguono: