Vendita pompe rotative a bagno d’olio

Il principio di funzionamento delle pompe rotative a bagno d’olio è simile a quello delle pompe rotative lubrificate, con la differenza che qui lo statore è immerso nell’olio di lubrificazione. In questo modo l’olio svolge sia la classica funzione di lubrificazione, sia quella di sigillante per le perdite d’aria. Costruttivamente è presente un dispositivo zavorratore, attivabile a scelta dell’operatore, studiato per evitare la condensazione dei vapori d’acqua.

Le pompe rotative a bagno d’olio sono in grado di raggiungere valori di pressione notevolmente maggiori rispetto a qualsiasi altra tipologia di pompe a palette. La mancanza di sistema filtrante allo scarico sconsiglia l’uso a pressioni vicine a quella atmosferica. Esistono due grandi tipologie in cui è possibile dividere queste pompe. Il primo è il modello monostadio, costituito da un solo gruppo rotore/statore.

Il secondo è il doppio stadio, dove due gruppi rotore/statore sono collegati in serie, lo scarico del primo gruppo è cioè collegato all’aspirazione del secondo. La tipologia a doppio stadio consente di raggiungere pressioni assolute più basse rispetto alle pompe rotative a bagno d’olio monostadio.

Pompe rotative a bagno d’olio

Campi di utilizzo

I principali settori di impiego sono:

  • refrigerazione
  • condizionamento
  • applicazioni di laboratorio
  • liofilizzazione
  • spettrometria
  • ultracentrifugazione
  • istituti di ricerca
  • università
  • unità di prevuoto in gruppi per ultra alto vuoto